domenica 29 aprile 2012

Se non collasso da sola mi faccio aiutare

Se tu che leggi sei uno che è partito per il ponte, bè... Sappi che rosico. E' da marzo (o aprile?) che ho un fighissimo costume di Yamamay e adesso, con questo caldo torrido, avrei potuto sfruttarlo. E invece no! Perchè io sono rimasta qui. A Roma. Al caldo. E sono stata costretta, e sottolineo costretta a farmi tagliare la mia lunga chioma. Fortunatamente tra tanto tanto lunghi e tanto lunghi non c'è poi tutta questa differenza. L'unica cosa che davvero mi butta giù è che sto studiando come una pazza. Una folle. E sto leggendo anche molto. A questo proposito, il libro che sto per finire è: "Io sono Heathcliff" di Desy Giuffrè.Inizialmente non mi convinceva troppo, lo ammetto. Io sono per gli happy-end e sappiamo tutti come va a finire Cime Tempestose. Quindi, non ero troppo speranzosa. Però, andando avanti a leggere mi ha preso. E' anche ambientato a Roma. E qui una piccola critica: lo sapete vero che non esiste solo Via del Corso, i covi degli spacciatori non molto ben precisati e che a Balduina non ci sono soltanto attici (e su questo potete metterci la mano sul fuoco perchè io ci vivo).
A parte questo, parliamo un pò della vita reale, che fortunatamente esula dallo studio.
Oggi sono andata a Via Candia: c'era una sorta di mostra composta da bancarelle dell'antiquariato, o come le chiamo io, vintage. Non sono riuscita a trattenermi: ho comprato tre gatti in una lega che sembra simile all'argento. Io adoro i gatti e questi sono davvero fantastici. Il povero Julian mi ha seguito riluttante su e giù per le vie. E' stato fin troppo arrendevole, sarà che il lavoro lo sfianca. Scherzo, ma non è tutto rose e fiori. Mi rendo conto di avere ancora dei problemi a relazionarmi con le persone e, anche se non metto in dubbio che esiste gente che è meglio evitare o anche trattar male, mi accorgo sempre di più che spesso ho violente reazioni o anche solo sbagliate nei confronti dellepersone a cui più tengo. Come mia nonna, la stregaccia wodoo, o Julian. E mi dispiace.
Poi vedere mia madre, il brillante magistrato, che oltre a essere una sorta di genio è anche bellissima, in lacrime per l'ennesimo idiota senza palle... No, non lo sopporto proprio. Il destino non è giusto. Perchè quel panzone di mio padre ha avuto una seconda occasione, si è risposato e ha avuto un figlio, e quell'angelo di mia madre no? E perchè io tiro fuori problemi che non ci sono facendo del male a me stessa e a quelli intorno a me? Per questo ho paura di perdere Julian... E di rimanere sola. Come mamma.

14 commenti:

  1. Naturalmente già so che non potrà mai eguagliare il romanzo originale ma... son curiosa!

    RispondiElimina
  2. Io invece rosico perchè tu sei a Roma e io a Milano. Farei volentieri a cambio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E vabbè... Se vuoi puoi venire a trovarmi! ;)

      Elimina
  3. Ciao, grazie per essere passata dal mio blog e per il commento! ^_^

    RispondiElimina
  4. cucciola :3 ma non resti sola! come diceva Marilyn " se non sopporti il mio peggio, non potrai starmi a fianco nel mio meglio"... forse è questo che contraddistingue chi può starti accanto a chi è meglio evitare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Marilyn ha detto questo era molto saggia... Anche perchè il mio peggio dubito che lo possano sopportare più di una manciata di persone.

      Elimina
  5. Anche io non sono partito, sto studiando…
    Che ci dobbiamo fare!? Poi qui a Milano piove, tipo da tre settimane… Solo piccole pause di sole, illusioni…
    Il costume lo indosserai, non ti preoccupare ^_^
    La vita ci regala sorprese, quando meno ce le aspettiamo… Sarà così per te e i tuoi cari…
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero... E poi che è, ma siete tutti di Milano?! Come Ade? XD

      Elimina
    2. A Milano c'è il meglio! Scusa se è poco ^_^
      Va beh Roma mica è brutta, anzi voglio dire!
      Ciao

      Elimina
    3. Come ti permetti?
      Milano mica è Caput Mundi!
      E poi parlate tutti milaneeeeeeshe! XD

      Elimina
    4. Cassandre mi dispiace deluderti ma io sono terrone di origini, non so parlare il milanese.
      Io amo Roma e i romani ^_^
      Baci

      Elimina
  6. Primo maggio a casa anche io...e il mio ragazzo lavora. E lavorava il 25 aprile e anche il primo maggio. Ne approfitterò per studiare!
    E comunque quoto Pier, le persone che ci amano lo fanno a prescindere dai nostri difetti!;)

    RispondiElimina
  7. pensa che io sono single e lavoro pure ;-)
    coraggio, presto andrà meglio!!!
    audrey

    RispondiElimina